Sing Street: la recensione

Sing Street uscirà ufficialmente nelle sale Italiane il 9 Novembre, e vi consiglio caldamente di andarlo a vedere.

Sing Street è  è un film del 2016 scritto e diretto da John Carney, il regista di Once e Tutto può cambiare, dove aveva già affrontato tematiche vicine al mondo della musica.

I giovani  attori principali sono  l’esordiente Ferdia Walsh-Peelo, Aidan Gillen, Maria Doyle Kennedy e Jack Reynor.

Sing Street è ambientato nei primi anni ’80, a Dublino. i protagonisti sono ragazzini di 15 anni che vengono da famiglie disagiate, in un quartiere al limite del malfamato, dove il disagio e la disoccupazione fanno sognare una Londra sempre troppo lontana.

Conor, il giovane protagonista, si innamora di una ragazza conosciuta fuori dalla scuola, e per impressionarla dice di suonare in una band e di aver bisogno di lei per un video clip. Naturalmente non è vero, e a Conor non rimane che fondare una band sul serio in tempo record. Con l’aiuto del fratello maggiore, personaggio chiave e sicuramente uno dei più riusciti nel film, ci riuscirà davvero, in un viaggio musicale che parte dai Duran Duran, per passare dai Cure agli Spandau Ballet ai Depeche Mode, che per chi ha come me vissuto adolescente quel periodo non può che far sognare.

I vari cambi di look più o meno raffazzonati, i capelli tinti gli occhi truccati come i leader delle band del momento, sono tra le cose più spassose del film,  e non poù non ricordarci che quei ragazzi eravamo noi,  negli anni 80 nessuno può negare  di  aver cercato di assomigliare e John Taylor o a Madonna, a Cindy Lauper o a Dave Gahan.

Grazie alla musica Conor e i suoi amici, riescono a superare la difficoltà di un mondo adulto che li ignora, e che quando non li ignora li prende a calci, la musica è il riscatto, è la via di uscita, l’unico modo di affrontare con il sorriso una vita altrimenti troppo dura da sopportare. Il film ci strappa una risata dopo l’altra, il sorriso difficilmente abbandona le nostre labbra durante la visione, perchè malgrado tutto i ragazzi ce la fanno, suonano e cantano come se non ci fosse altro al di fuori, e ci ricorda che se siamo sopravvissuti all’adolescenza, spesso è stato solo grazie alla musica.

L’album della colonna sonora è stato pubblicato dalla Decca Records il 18 marzo 2016. La lista delle canzoni che la compongono è la seguente:

  1. Rock N Roll Is A Risk (Dialogue) – Jack Reynor
  2. Stay Clean – Motörhead
  3. The Riddle Of The Model – Sing Street
  4. Rio – Duran Duran
  5. Up – Sing Street
  6. To Find You – Sing Street
  7. Town Called Malice – The Jam
  8. In Between Days – The Cure
  9. A Beautiful Sea – Sing Street
  10. Maneater – Hall & Oates
  11. Steppin’ Out – Joe Jackson
  12. Drive It Like You Stole It – Sing Street
  13. Up (Bedroom Mix) – Sing Street
  14. Pop Muzik – M
  15. Girls – Sing Street
  16. Brown Shoes – Sing Street
  17. Go Now – Adam Levine

Come curiosità, l’attore che interpreta il padre è Aidan Gillen, il ‘Ditocorto’ di Game of Thrones.

1232

sing street

singstreetimage-

sing street

sing street poster

Share This: