SALDI: come non farsi infinocchiare

SALDI di stagione, li aspettiamo sempre con una grandissima ansia, ancora più del Natale e del Capodanno, risparmiamo ogni centesimo per aquistare il cappottino  in pura lana visto in vetrina ma troppo caro per il nostro budget, o per le scarpe buone che finalmente useremo tutti i giorni senza avere mal di piedi.

Quindi perchè alla fine dei saldi ci troviamo sempre piene di capi di Zara e Mango che non sono magari neanche della nostra taglia e che non ci servono, e mai delle cose che tanto avevamo agognato i mesi precedenti? Quali sono i passaggi che ci portano a spendere soldi e non avere comunque le cose di cui abbiamo bisogno nel guardaroba e trovarci invece invase dalla fuffa?

In pochi step succede questo: i primi saldi sono in genere piuttosto contenuti, intorno al  20%, quindi il capo che avevamo visto in vetrina non è probabilmente sceso a sufficienza di prezzo per diventare appetibile. Quindi che facciamo? Aspettiamo un mesetto che i saldi diventino più sensibili, ed ecco finalmente il 50% o 70%: entriamo trionfanti nel negozio e…..il capo non c’e o almeno non c’e più la nostra taglia. Quindi, in piena frustrazione, dopo che tutto quello o quasi che desideravamo è scomparso, riversiamo il nostro faticato risparmio per i saldi in qualunque capo a prezzo stracciato che troviamo facendo, finalmente, il tanto desiderato ‘AFFARE’.

Il mio consiglio è sempre il seguente: analizzate bene cosa davvero vi serve e focalizzatevi su quello, se avete deciso per un cappotto, dei begli stivali, piuttosto limitate gli acquisti ma prendete quelli appena vanno al primo sconto. Comprate meno, ma comprate mirato. Scoprirete di spendere meno ed avere un guardaroba più utilizzabile, in conseguenza alla fine avrete davvero fatto un ‘affare’!

Share This: