buona pasqua ma per tutti!!!

Mi sembra doveroso riportare l’appero di agire ora per un Pasqua senza spargimenti inutili di sangue.http://www.agireora.org/info/news_dett.php?id=1267
oltre a ricordare il massacro di migliaia di agnellini da latte, offre degli spunti interessanti per un menù…non insanguinato!

Menu di Pasqua


Antipasto: Fagottini asparagi e patate

Primo: Risotto al limone e timo

Secondo: Polpette di funghi e fagioli

Contorno: Bocconcini di spinaci

Dolce: Budino alla cannella



Antipasto: Fagottini asparagi e patate


Ricetta di: Suffi; Difficoltà: Media; Tempo: 60 minuti

Ingredienti per 4 persone:

700 g di asparagi bianchi
3 patate
2 cipolle
275 g di pasta sfoglia (rotolo rettangolare)
150 ml di panna di soia
parmigiano veg (50 g di mandorle tritate, sale, 2 cucchiai di lievito alimentare in scaglie)
olio extra vergine di oliva
sale e pepe
10 ml di latte di soia

Preparazione:

Pelare le patate, tagliarle a cubetti e lessarle per 10 minuti da quando
bolle l’acqua; nel frattempo pulire gli asparagi, tagliando la parte
inferiore e pelando quella più esterna, e poi tagliarli a rondelle
sottili (via via più spesse andando verso la punta).
Tagliare le cipolle, farle appassire con un po’ d’olio e aggiungervi gli
asparagi insieme a mezzo bicchiere d’acqua; cuocere col coperchio per
circa 15 minuti. Quando gli asparagi sono morbidi, togliere il
coperchio, far asciugare l’acqua e aggiungere le patate. Aggiustare di
sale e pepe, unire la panna di soia e, alla fine, il parmigiano veg.
Far raffreddare il composto e intanto dividere la pasta sfoglia in 8
quadrati, in ciascuno dei quali si metteranno 2 cucchiai abbondanti del
composto. Per ogni quadrato, unire al centro le 4 estremità e chiudere
le fessure tra un lembo e l’altro schiacciando la pasta sfoglia.
Spennellare le superfici dei fagottini con il latte di soia e cuocere in
forno a 200 gradi per 20 minuti.

Fonte: VeganHome.it – http://www.veganhome.it/ricette/antipasti/fagottini-asparagi-patate/


Primo: Risotto al limone e timo


Ricetta di: supercri; Difficoltà: Facile; Tempo: 30 minuti

Ingredienti per 4 persone:

1/2 cipolla oppure 1 scalogno
400 grammi riso parboiled
1/2 limone
1 litro di brodo vegetale caldo
3 rametti di timo
2 cucchiaini di erba cipollina essiccata
pepe q.b.

Preparazione:

Tritare e rosolare la cipolla nell’olio a fuoco basso.
Unire il riso e farlo tostare per 1 minuto, mescolando continuamente con
un cucchiaio di legno.
Bagnare con il succo di limone, mescolare bene, e poi aggiungere due
mestoli di brodo vegetale caldo. Portare a cottura, aggiungendo un paio
di mestoli di brodo vegetale caldo ogni volta che asciuga.
Una volta cotto, profumare con la scorza di limone tagliata a
striscioline, le foglioline di timo e l’erba cipollina essiccata.
Mescolare bene e spegnere.
Aggiungere il pepe, sempre mescolando, e servire.

Fonte: VeganHome.it – http://www.veganhome.it/ricette/primi/risotto-limone-timo/


Secondo: Polpette di funghi e fagioli


Ricetta di: Serendip; Difficoltà: Facile; Tempo: 35 minuti

Ingredienti per 4 persone:

500 g di fagioli cannellini freschi lessati o in scatola

400 g di funghi misti surgelati
aglio
olio
sale, pepe
prezzemolo
pangrattato

Preparazione:

Cucinare i funghi per 10-15 minuti con aglio tritato, olio, sale e
aggiungere un po’ di prezzemolo a fine cottura. Nel frattempo sciacquare
e sgocciolare i fagioli. Quando i funghi sono cotti metterli nel mixer
insieme ai faglioli, un cucchiaio d’olio, sale e pepe fino a formare una
crema.
Formare delle polpette e passarle nel pangrattato, mettere in una teglia
antiaderente con un po’ d’olio, oppure suddividere il composto in uno
stampo multiplo per dolci, e infornare per 10-15 minuti a 200 gradi.
Sono buone anche a temperatura ambiente.

Fonte: VeganHome.it – http://www.veganhome.it/ricette/secondi/polpette-funghi-fagioli/


Contorno: Bocconcini di spinaci


Ricetta di: fiordaliso09; Difficoltà: Facile; Tempo: 50 minuti

Ingredienti per 4 persone:

mezzo chilo di spinaci surgelati (oppure 1kg freschi lessati)
2/3 spicchi d’aglio
5 cucchiai di gomasio
4 o 5 cucchiai di pangrattato
pepe arcobaleno oppure noce moscata
2 cucchiai di olio extravergine d’oliva

Preparazione:

Cuocere gli spinaci surgelati oppure quelli freschi dopo averli mondati.
Una volta lessati, scolarli e schiacciarli un po’ per togliere l’acqua
in eccesso, tagliarli velocemente col coltello in modo da sminuzzarli
leggermente e saltarli in padella con l’olio extravergine di oliva e
l’aglio.
Levare l’aglio, salare proprio poco e pepare abbondantemente con pepe
arcobaleno (miscela di pepe bianco, nero, pimento e schinus) oppure con
noce moscata.
Lasciare intiepidire, quindi aggiungere 2 o 3 cucchiai di gomasio.
Formare delle piccole palline, non più grandi di una noce e passarle
rotolandole nel pangrattato mescolato con gomasio (4 cucchiai di
pangrattato e 2 cucchiai colmi di gomasio). Disporre le palline in una
teglia unta e passare nel forno 200 gradi per 10/15 minuti, deve solo
asciugare un pò il pangrattato della crosticina. Lasciare intiepidire
prima di servire.

Fonte: VeganHome.it – http://www.veganhome.it/ricette/contorni/bocconcini-spinaci/


Dolce: Budino alla cannella


Ricetta di: erbaluna; Difficoltà: Media; Tempo: 10 minuti

Ingredienti per 4 persone:

400 ml di latte di soia zuccherato (o riso o avena)
40 g di farina 00 (ma anche integrale va bene)
40 ml di olio extravergine d’oliva
 80 g zucchero integrale di canna (o il dolcificante che preferite)
cannella in polvere
biscotti (facoltativo)

Preparazione:

Scaldare l’olio a fiamma bassa, in una pentola abbastanza grande
(calcolate che crescerà di volume), toglierlo dal fuoco e aggiungere la
farina lentamente mescolando bene fino a formare una specie di
polentina. Aggiungere lo zucchero (meglio metterne un po’ alla volta e
assaggiare per vedere quando va bene come “dolcezza”). Rimettere sul
fuoco e diluire quindi il composto con il latte, precedentemente
riscaldato. Il latte deve essere aggiunto poco per volta mescolando di
continuo per non far creare grumi. Viene molto bene se usate una frusta,
specie se siete meno esperte/i. Mescolare bene fino a che il composto
non si addensa (ci vorranno pochi minuti).
Aggiungere cannella a piacere, e versare subito dentro degli stampini
(vanno benissimo quelli di alluminio per i muffin che vendono al
supermercato). Non lasciare il composto nella pentola perché raffredda
in fretta e potrebbe formare dei grumi (ma se dovesse succedere, in caso
non venissero via solo mescolando, scaldate un altro pochino di latte e
aggiungetelo).
Se preferite, prima di riempirli, potete sbriciolare dei biscotti a
piacere sul fondo degli stampini.
Lasciate raffreddare a temperatura ambiente, spolverate di cannella e
mettete in frigo. Sono buoni sia freddi che caldi!

Fonte: VeganHome.it – http://www.veganhome.it/ricette/dolci/budino-cannella/

Share This:

frullati che passione!!!

Con l’arrivo della bella stagione viene voglia di mangiare cose fresche e leggere, e oltrettutto il desiderio di perdere un paio di chili si fa sentire più pressante, e allora via ai frullati di frutta, che sono un concentrato di pura energia a bassissimo contenuto calorico!!:) ecco un paio d ricette prese dal sito http://www.veganblog.it/category/centrifugati-frullati/

FRULLATO DI AVOCADO
Ingredienti:
2 arance
1 avocado
1/4 bicchiere latte di mandorle
pinoli qb
Spremere le arance, unire nel frullatore il succo d’arancia un bicchiere di latte di mandorle l’avocado sbucciato e mondato del nocciolo e una manciatina di pinoli!!

FRULLATO PERA CAROTA VANIGLIA
Ingredienti:
1 pera Williams
1 carota di medie dimensioni
1 cm di stecca di vaniglia grattuggiata
Frullare prima la pera poi la carota, spolverare con la vanigli grattuggiata e se si vuole usare la stecca di vaniglia per decorare

FRULLATO DI MANGO
1 mango
 1 banana matura
 Un po’ di cocco in scaglie
Frullare mango e banana con mezzo bicchiere di latte di soya e spolverare sopra con il cocco in scaglie!

Spero che siano sate di vostro gradimento e si accettano suggerimenti!!

Share This:

carpisa bag!

la nuova collezion primavera di Carpisa coglie nel segno presentandoci molti colori trand per questa primavera, non trascurando però  di soddisfare anche i palati più sobri e sofisticati.Carpisa ha una linea in pelle vera, ma la maggior parte è in ecopelle, molto ben fatta e resistende e cruelty free!!

Share This: