le feste si passano in famiglia

Ogni anno credo che sarà meglio. Non lo è mai. Credo che mi abituerò, che non ci farò più caso, che diventerò impermeabile, repellente, insensibile. Ma queste mie attese restano disilluse.

Le feste si passano in famiglia. La Famiglia. Per tutto l’anno puoi ignorarla, fare finta che non ci sia, far finta di essere passata oltre. Ma come la morte e le tasse, puntualmente arriva il Natale, e ti ritrovi faccia a faccia con la tua Famiglia.

Capisco sempre di più che l’unico modo per sopravvivere sia lasciarsi tutto alle spalle, in senso figurato intendo. I genitori non cambiano, perchè le persone in fondo non cambiano. Probabilmente anche i danni che hanno causato non saranno mai riparati.  Io sarò sempre quella che sono, e potrei continuare in eterno ad aspettarmi qualcosa che non avrò mai. Delle scusa magari.

Mia madre ormai è scomparsa e con lei la possibilità di un riconciliamento impossibile. Mio padre è anziano, e accampa pretese come se fosse sempre stato il padre dell’anno. E io perchè rimango? La risposta l’ho avuta guardando un film l’altra sera, The Meyerowitz Stories: quando un fratello chiede alla sorella perchè rimane vicino al padre in ospedale, malgrado l’abbia sempre trattata con indifferenza, lei gli rispode: because I’m a decent person. Perchè sono una persona come si deve.

Forse l’unica cosa che ci resta è non essere uguali a loro, essere migliori. La mattina quando mi guardo alla specchio, l’unica cosa che mi da forza è vedere una persona diversa. Diversa dai membri della mia Famiglia.

 

Share This: