Come ci si sente a invecchiare? Stupiti

L’invecchiamento è, in generale, il processo naturale che conduce ad un aumento dell’entropia in un qualunque sistema fisico. Wikipedia

Stavo guardando una mia foto. Gli abiti sono i miei, la pettinatura anche …ma qualcosa nel viso. E’ il viso di un signora. Le rughe intorno agli occhi le guance che cominciano a rilassarsi, il contorno che non è più definito come qualche anno fa. Non è un problema, non sono spaventata dall’invecchiare, ma è come se l’immagine interiore che ho di me e quella che mi rimanda lo specchio non fossero uguali.

La mia migliore amica, mentre stavamo parlando di conoscenti comuni, mi ha chiesto: ma secondo te anche noi da fuori siamo così? Intendeva naturalmente dire così invecchiate. La domanda sembra stupida, certo che anche noi siamo invecchiate. Ma  non te ne accorgi. succede e basta. e ti svegli una mattina ti guardi allo specchio e quella non sei tu, è una versione di te che non riconosci. Perchè dentro il tempo non è passato. Questo è il motivo per cui  a volte si rischia di diventare grotteschi o ridicoli. non  perchè si vuol fare i giovani a tutti i costi. ma perchè dentro ci si sente ancora giovani, e non ci si riesce a relazionare con un corpo che, in disubbedendo al volere della testa. fa il suo naturale e giusto decorso.

Share This:

le feste si passano in famiglia

Ogni anno credo che sarà meglio. Non lo è mai. Credo che mi abituerò, che non ci farò più caso, che diventerò impermeabile, repellente, insensibile. Ma queste mie attese restano disilluse.

Le feste si passano in famiglia. La Famiglia. Per tutto l’anno puoi ignorarla, fare finta che non ci sia, far finta di essere passata oltre. Ma come la morte e le tasse, puntualmente arriva il Natale, e ti ritrovi faccia a faccia con la tua Famiglia.

Capisco sempre di più che l’unico modo per sopravvivere sia lasciarsi tutto alle spalle, in senso figurato intendo. I genitori non cambiano, perchè le persone in fondo non cambiano. Probabilmente anche i danni che hanno causato non saranno mai riparati.  Io sarò sempre quella che sono, e potrei continuare in eterno ad aspettarmi qualcosa che non avrò mai. Delle scusa magari.

Mia madre ormai è scomparsa e con lei la possibilità di un riconciliamento impossibile. Mio padre è anziano, e accampa pretese come se fosse sempre stato il padre dell’anno. E io perchè rimango? La risposta l’ho avuta guardando un film l’altra sera, The Meyerowitz Stories: quando un fratello chiede alla sorella perchè rimane vicino al padre in ospedale, malgrado l’abbia sempre trattata con indifferenza, lei gli rispode: because I’m a decent person. Perchè sono una persona come si deve.

Forse l’unica cosa che ci resta è non essere uguali a loro, essere migliori. La mattina quando mi guardo alla specchio, l’unica cosa che mi da forza è vedere una persona diversa. Diversa dai membri della mia Famiglia.

 

Share This:

shopping invernale: must have dell’inverno 2017

CAMBI DI STAGIONE

Come tutti gli anni l’inverno ci sorprende da un momento all’altro: ieri c’erano 25 gradi oggi ce ne sono 12….

L’unica cosa positiva è che all’improvviso abbiamo un’ottima scusa per fare shopping senza sensi di colpa! Già, il nostro cambi di stagione ci ha rivelato delle gravissime lacune nel nostro guardaroba invernale, ergo: non abbiamo niente da metterci!!!!

Must have autunno inverno 2017

Ma prima di sperperare in nostro denaro in acquisti compulsivi e spesso inutili, meglio stilare una lista di quello di cui non possiamo proprio fare a meno:

Primo fra tutti il capospalla: quest’anno più che mai largo al paltò o alla giacca lunga: meglio se nei colori polverosi come il grigio/azzurro o il rosa cipria. Se proprio non è la vostra, optate per il cammello o il grigio perla. Mi raccomando però, se decidete per l’acquisto del cappotto, che sia di lana e anche abbastanza pesante, non fatevi tentare dai soprabitini leggeri solo perchè magari hanno un prezzo conveniente. Un bel cappotto di lana vi terrà calde, eleganti e non passa mai di moda.

VALENTINO
PALTO’
KARL KAPP
SPRUNG
ACNE
ZARA

Un abito di lana deve assolutamente entrare nel vostro armadio: che sia un maglione a collo alto, da portare con calze coprenti e stivali, o un abito a tubo da portare con la cintura lungo al ginocchio. Potete andare sul classico nero da spezzare con accessori bordeaux, un trend tipico di questo inverno, o tentare un color ciclamino o un palerose, o andare sui toni del verde oliva o bosco.

MISSONI
LEMAIRE
JOSEPH
ALEXANDER MCQUEEN
MAISON MARGIELA

Un paio di stivali  over the knee. Meglio se scamosciati e morbidissimi. Li metterete con l’abito di cui sopra, ma anche con le gonne di lana, lunghe al ginocchio, o con la mini di ecopelle e le calze coprenti colorate.

TOPSHOP
ZARA

 

Vi serve assolutamente un capo in tweed di lana. Un paio di pantaloni vita alta linea molto eighties, o una gonna midi o pencil sotto il ginocchio, scegliete voi.

 

MAISON MARGIELA

.

 

ROCHAS
RAEY
NATASHA ZINKO
GUCCI

 

E naturalmete un maglione panna in lana grossa. Va bene a collo alto meglio se cropped, da abbinare a pantaloni e gonne a vita alta.

STELLA MC CARTNEY
LAMAIRE
THE ROW

Su su che aspettate, via a fare shopping!

 

 

Share This: