1920s MAKE UP TUTORIAL

Lo so ragazze, sono un filo ossessionata dagli anni Venti in questo periodo…portate tanta pazienza.

Ho reperito su YouTube un video davvero molto accurato nelle fonti sul ‘nonproprioeveryday make up’ dei ruggenti anni Venti. La pulzella in questione si chiama Zabrena, che ha un canale di Make up Tutorial su YouTube e ha eseguito questo perfetto esempio di Make up 1920s style. Racconta nella parte iniziale del video,  (purtroppo è in lingua originale non sottotitolato ma si segue molto bene), di essersi documentata storicamente con molta cura, e direi che il risultato lo conferma, ed è piacevole ascoltare le informazioni e la base storica mentre  si apprende la tecnica del Flapper Make up.

A voi la visione del video, per sentirvi un pò tutte nel Grande Gatsby!

http://https://youtu.be/P_iMr-yOUbo

aee2e385912c89785d89edfe90b2c5ab

b6dc857c9f961eccbfdafde30b505d95

78d13f906ab547551e4858fff4e7615e

2d1687324843be6b6c1d036e6211e760

 

50500ed66f721d9188bb6e8d424df41b

 

Share This:

Come curare la pelle dopo l’estate e prepararsi all’autunno

L’estate ormai ci sta lasciando, ancora qualche tarda vacanziera ci fa sognate con post e foto dalle spiagge, per il resto siamo tutte più o meno tornate alla nostra routine lavorativa. Anche la nostra abbronzatura faticosamente guadagnata sta ormai impallidendo, aimè, e lascia la nostra pelle secca e inaridita. Questo perchè ormai lo sanno anche i sassi il sole favorisce l’azione dei maledetti radicali liberi, che sono la causa di (quasi) ogni nostro tormento. Quindi che ci resta da fare? Farci esplodere con l’anticoagulante? Certamente no, forse troppo drastico, abbiamo sicuramente qualche valido rimedio per rimettere in sesto la nostra pelle assetata.

Si parte con una scrub leggero o con una maschera a base di argilla nel caso che come me non sopportiate bene gli scrub, per rimuovere le cellule morte e effettuare una pulizia profonda. Procedete poi con una maschera nutriente ne esistono diverse in commercio anche mono dose, (una maschera fa da te puoi ottenerla mischiando  banana schiacciata, yogurt e olio di karitè).

img-25 collagene-mask-250_m

Per la cura quotidiana prediligere le creme per il giorno che contengano molecole capaci di “attirare” l’acqua, come ad esempio acido ialuronico, urea, allantoina, acido lattico e aloe.

Argan-Beauty-serum9 DSCN4894

w_1_0008835_planters-acido-ialuronico-crema-viso-super-idratante-50ml_450

Per la sera invece meglio quelli che donino compattezza, che contengano quindi burro di Karitè e Vitamina c.

scatola_karite-250x457 GGOxwXUyl75QIKzlfZhvQ

Se anche questo non vi basta, e vi sentite ancora avvizzite come una mela cotogna, potete correre ai ripari con qualche trattamento estetico mirato non invasivo dall’estetista qualificata. IL Green Science™ Skin Renewing Treatment dei saloni Aveda è per esempio molto adatto, sfrutta le proprietà botaniche per ridonare idratazione e splendore a una pelle lofia e spenta.

Detto questo…buona idratazione a tutte!

99604ca129c1a2b1691e71c6322c3b25

 

 

Share This:

aperitivo VS dieta: in estate come concedersi qualche aperitivo senza sensi di colpa

In estate più che mai verso sera è piacevole, dopo il lavoro o dopo una giornata al mare se si è già in ferie, concedersi un aperitivo magari sedute all’aperto a godere la brezza della sera.
Ma tutte noi sappiamo che se esiste una cosa al mondo nemica della dieta questa è proprio l’APERITIVO!!!


Allora chiudiamoci tutte in casa a boccheggiare e via, problema risolto. Ma no dai, non scherziamo neanche, ecco qualche utile consiglio su come regalarsi un momento piacevole con colleghi e amici.
Se avete previsto l’aperitivo la sera, magari a pranzo state lontane dai carbidrati, mangiate verdure e piatti poco calorici, tenetevi intorno alle 400 calorie massimo, in modo da poter avere un margine di calorie da sfruttare la sera.
Se tra colazione e pranzo avete consumato circa 750 calorie, ve ne rimangono altrettante da ‘sfruttare’ per l’aperitivo.

 

Un grosso errore che spesso si commette è quello di scegliere di bere solo senza mangiare nulla. A parte che si rischia di ubriacarsi in tempo di record con conseguenti figure da cioccolatai, l’alcol a stomaco vuoto viene assorbito in 5 minuti e metabolizzato in meno di 10, con funeste conseguenze sul girovita e sul fegato.
Se siete a dieta stretta oimè dovrete ripiegare su un succo di frutta o su un centrifugato, no way.
Se invece non siete a dieta stretta ma non volete sgarrare, è meglio consumare della birra o del vino leggero, meno calorici dei cocktail e degli alcolici.

Tenete presente che una media in genere non supera le 300 calorie, quindi accettabile in una dieta sulle 1500 calorie.

Ma veniamo al dunque….gli stuzzichini. Per fortuna ormai i buffet sono ricchi di ogni ben di Dio, e non solo tristi pizzette e tramezzini.
Privilegiate i posti con un  buffet vario, dove spesso trovate anche insalatine di farro, cus cus, cruditè, insalata di pasta.
Quindi riempite un solo piattino, comportandovi come se foste a cena, e prendete con cognizione il cibo giusto che mangereste di solito. Evitate di orbitare intorno al buffet e ingozzarvi di pezzi di pizza….
A questo punto, una birra e un piattino non eccessivo, le vostre 750 calorie sono salve, e lo è anche la vostra vita sociale!

Share This: